Riccardo Guidarini

Riccardo Guidarini

Biografia

Riccardo Guidarini, per gli amici DINO, classe ’87, inizia lo studio della batteria all’età di 10 anni, presso il centro culturale “Eureka” di Taglio di Po. Il suo insegnante è S. Gennari (45° parallelo, Allarme Rossi, P-51 Airplanes).
È qui che ha un primo contatto con Mike, iscritto alla stessa scuola. I due vanno subito d’accordo durante le occasioni di incontro fornite dai saggi di fine anno.
Interrompe la frequenza nel 2006, quando si trasferisce a Ferrara per frequentare la facoltà di “Tecnologia della Comunicazione Audiovisiva a Multimediale”, ma nonostante ciò prosegue lo studio della batteria da autodidatta.
Nel 2013 decide di riprendere gli studi musicali e viene ammesso al “Triennio di Batteria e Percussioni Jazz” presso il Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara, con il Maestro C. Mastracci (La corrida, Sanremo, Orchestra della Rai). Qui ha inoltre la possibilità di studiare con R. Manuzzi, T. Ciavarella, P. Silvestri, C. Allifranchini, F. Pelle.

Le sue influenze musicali sono più che mai variegate. Con una predilezione per il Rock anni ’70 ed il Funky, ascolta di tutto, dal cantautorato al metal, dalla musica classica allo ska-punk. Seguendo pedissequamente il monito: “La musica va ascoltata tutta”. Non ricorda chi l’ha detto, ma la frase gli è piaciuta.

Frequenta il Liceo Scientifico di Codigoro, dove conosce Cama, con cui scatta da subito una grande intesa.

Nel 2002 fondano insieme gli ZTL (Zona Traffico Libero).

Con questo gruppo maturano una buona esperienza live, suonando principalmente Rock classico e moderno.Parallelamente si cimentano nella scrittura di brani originali, alcuni dei quali li portano a vincere svariati concorsi, fra cui “Suonaria 2003”, “Festegidio 2006”, “Rockafe 2007”, e ad esibirsi due volte al “Festival delle Arti” di Bologna, organizzato da Andrea Mingardi. Partecipano inoltre a due importanti eventi organizzati nella cornice del Castello Estense di Mesola: “Un Po di musica 2008” organizzato da Red Ronnie, con la partecipazione di Enrico Ruggeri e “Demo d’Autore 2010” organizzato da Radio1, con ospite Ron.
L’avventura con gli ZTL termina nel 2011 per divergenze di vedute.

Tra il 2009 ed il 2011 scrive ed incide le linee di batteria degli album “Niente da perdere” e “Fuori moda” del rocker Ferrarese Artan. Collabora dal 2016 con Virginia Raffaele.

Nel 2014, insieme ad altri musicisti ferraresi, tra cui Peri ed Andrea Poltronieri, partecipa come turnista allo spettacolo “ML – io non ho paura” scritto da Demetrio Pedace ed andato in scena al Teatro Comunale di Ferrara.

Nel 2017 si laurea al triennio jazz presso il conservatorio Frescobaldi di Ferrara con il massimo dei voti.

Membro dei 60 Lire dal 2010, e orgogliosamente, insieme a Mike, “genitore” del nome della band, si occupa principalmente della veste grafica del progetto, la parte burocratico-amministrativa e la realizzazione dei contenuti multimediali.